Informativa sull'utilizzo dei cookie (provvedimento 8 maggio 2014).

 

Questo sito utilizza esclusivamente cookie tecnici, per i quali non è previsto il preventivo consenso degli utenti. Per informazioni dettagliate sui cookie consulta la nostra Cookie Policy.

8° Trail del Cinghiale - Palazzuolo sul Senio (FI) - Sabato 23/11/2019

Trail del Cinghiale, gara per campioni


Nel corso degli anni tanti sono stati i grandi interpreti dell’ultratrail che sono passati per i sentieri dell’Appennino Tosco-Romagnolo, per onorare l’ultimo grande appuntamento della stagione offroad, il Trail del Cinghiale programmato sin dal suo esordio nel 2012 alla fine di novembre. Nel corso della sua storia sono cambiati i chilometraggi, nel senso che si è iniziato proponendo la gara lunga di 60 km è quella media tra i 42 e i 44 km, per poi ampliare la proposta fino a quella attuale, che contempla ben 4 tracciati adatti a tutti i tipi di trailer. Conseguentemente sono cambiati anche i nomi dei vincitori, che vanno a comporre un albo d’oro del quale fanno parte quasi esclusivamente grandi nomi del fuoristrada italiano e non solo, da Ivan Geronazzo vincitore due volte a Jimmy Pellegrini, da Daniel Jung a Giulio Piana (due successi anche per lui come per Matteo Lucchese) senza dimenticare Lisa Borzani, che all’appuntamento di Palazzuolo sul Senio è affezionata e vi ha trionfato ben 4 volte su distanze che vanno dai 44 ai 91 km.

Un’altra caratteristica del Trail del Cinghiale è quella di raccogliere adesioni da ogni parte del mondo. Due vittorie per la Svezia, con Linda Freiner e quel Carl Johan Sorman che ormai è italiano d’adozione, una per la Svizzera (il successo della grande Denise Zimmermann nel 2015), Norvegia, Russia e Usa, con Alyssa Clark vincitrice della passata edizione. In tanti verranno dall’estero anche il prossimo 23 novembre, per onorare l’ottava edizione della corsa, una delle ultime occasioni per raccogliere punti ITRA utili per iscriversi alla prossima edizione dell’Ultra Trail du Mont Blanc, il vero Campionato Mondiale dell’offroad.

Quattro come detto i percorsi di gara: il più lungo misura 92,5 km per un dislivello di 5.458 metri e porterà in dote 4 punti, con partenza ancora avvolti dall’oscurità, alle ore 5:00; due ore dopo il via alla gara di 62,5 km, con 3.410 metri di dislivello e 3 punti ITRA. Alle 8:00 lo start per la gara di 29,1 km per 1.514 metri (1 punto), infine alle 10:00 il via al percorso più breve e adatto a tutti, 15,2 km per 898 metri. Una giornata da vivere di corsa, respirando e restando incantati dai paesaggi che solo l’Appennino Tosco-Romagnolo, in questo particolare periodo della stagione, sa regalare, con l’organizzazione che resterà a disposizione fino all’arrivo dell’ultimo arrivato, ben oltre la mezzanotte.

Le iscrizioni alla gara sono ancora aperte, fino al 17 novembre si pagheranno 100 euro per la gara più lunga, 70 euro per i 62,5 km, 35 euro per la prova sui 29,1 km e 20 euro per la gara corta (non comprensivo di buono per il pasta party come per le altre prove). Epicentro della corsa sarà la palestra di Palazzuolo sul Senio (FI) in via Quadalto 20, sede di tutti i servizi. I concorrenti saranno chiamati ad avere con sé il materiale necessario per l’autosufficienza, comprensivo di alimenti solidi e un litro d’acqua, oltre a telefono cellulare, giacca impermeabile e lampada frontale.

Per informazioni: Asd Leopodistica, tel. 0544.218313 e 335.5880440, www.traildelcinghialerace.com


30/10/2019 Gabriele Gentili