Informativa sull'utilizzo dei cookie (provvedimento 8 maggio 2014).

 

Questo sito utilizza esclusivamente cookie tecnici, per i quali non è previsto il preventivo consenso degli utenti. Per informazioni dettagliate sui cookie consulta la nostra Cookie Policy.

Fontegno in Corsa - Cireggio di Omegna (VB) - Domenica 09/02/2020

Fontegno in Corsa, la prima di Bertoncini


Lo scorso anno la vittoria era sfuggita di poco, questa volta Mattia Bertoncini non se l’è fatta scappare, iscrivendo il suo nome nell’albo d’oro della Fontegno in Corsa, la classica prova di montagna che a Cireggio di Omegna (VB) ha festeggiato il suo decennale su un nuovo percorso di 25 km. L’azzurro di corsa in montagna ha impresso subito un gran ritmo alla gara, disputata con una temperatura invernale ma sotto un cielo quasi privo di nubi e su un terreno secco e pulitissimo, andando in fuga dalle fasi iniziali per chiudere i 25 km in 1h48’48” imponendo un distacco importante al secondo arrivato, quel Luca Arrigoni (Serim) indicato alla vigilia come il suo principale rivale. Arrigoni ha chiuso a 5’46”, mentre il terzo gradino del podio è stato appannaggio di Marco Cavigioli, portacolori della società organizzatrice Ev20 Outdoor, giunto a 11’12”.

Anche nella prova femminile pronostici confermati con il ritorno al successo di Agnese Valz Gen (La Vetta Running), prima in 2h24’43” davanti a Maria Cristina Guzzi (Atl.San Marco) a 8’36” e a Lucia Ferrarini (I Run for Find the Cure) a 16’55”. Il percorso parzialmente rinnovato ha incontrato il favore dei partecipanti, anche se qualche atleta che veniva da fuori ha sbagliato percorso per colpa del solito atto di teppismo con il furto di alcune balise che delimitavano il tracciato agli incroci. Lo stesso Arrigoni è stato vittima di questo atto vandalico, perdendo tempo prezioso.

Nella prova di 14 km, prima posizione per Mohamed El Amin Dakhil (Volpi d’Involio) che in 1h17’01” ha prevalso per 6’10” su Simone Tosetti (Pol.Pettenas) Raffaele Bottegal (Asd Bognanco) giunti appaiati al traguardo. Prima donna Monica Moia (Asd Bognanco), prima lo scorso anno nel Lagoni Trail e nell’Orna Trail, che in 1h37’22” ha lasciato a 22” Maria Giovanna Cerutti (Gs Valsesia) e a 5’09” Eljona Lisi (Ev20 Outdoor).

Nel complesso sono stati 226 gli atleti che hanno portato a termine le due prove, confermando di fatto il prestigio della classica piemontese che vanta le sue radici addirittura nel secolo scorso. Un impegno organizzativo sostenuto da una ventina di persone e supportato dai Comuni interessati dal tracciato (Omegna, Quarna Sotto, Quarna Sopra e Nonio) insieme ai volontari del Soccorso di Omegna. L’appuntamento è per il prossimo anno, ma nel frattempo la Ev20 Outdoor ha in programma altre domeniche di sport e festa nel corso di questo 2020 iniziato alla grande.


10/02/2020 Gabriele Gentili